urban decay

Monthly Favorites @October

IMG_4494[1]

Il tempo dei preferiti è passato da un pezzo e io sono in ritardo. Fin qui nessuna novità visto che la puntualità non è il mio forte. Sono giustificata per questa volta. Ho deciso di tornare a scrivere in pratica questa notte e rompere il ghiaccio in questo modo mi sembra più semplice. Così stamattina in fretta e furia, prima di scappare a lavoro, ho scattato qualche foto, pessime ne sono consapevole. Ci tenevo, volevo tornare a scrivere e se non ne avessi approfittato probabilmente avrei lasciato passare altro tempo. Se ritornate qui a leggere, grazie e bentornate! Il vento dalle mie parti non è cambiato ma ho deciso di farlo cambiare io. Si ricomincia.

Parliamo di preferiti. Ottobre è uno dei mesi che preferisco di più. Il primo freddo, la camicetta, la sciarpa e i colori scuri che tanto amo ritornano negli armadi. Nonostante la pioggia e l’umidità che tanto è affezionata a Venezia, a me questa stagione piace. Iniziano le serate accocolate a leggere, con plaid e tazza di tè.

Khadì Sandalwood Mask

La coccola per eccellenza. Ogni domenica è pausa relax e questa maschera è entrata a far parte di uno degli step fondamentali.  Rigenera e distende la pelle come avessi appena fatto un trattamento lifting. Una vera e propria sensazione di purificazione. E non dico nulla circa la morbidezza, mi mangerei le guance io stessa. In ogni caso ho deciso di dedicarle un post, perché ha contribuito a risolvermi un problema estetico che mai avrei creduto.

Sleek Vintage Romance Palette

E’ stato un regalo inaspettato e non so nemmeno se e quanto l’avessi desiderato. Quel che è certo è che la sto utilizzando quasi ogni giorno. Mi piace la scelta cromatica, soprattutto perché consente di realizzare look che spaziano dal banale, al sofisticato al ricercato. Trovo che ci sia qualche tono eccessivamente polveroso e anche poco scrivente, però ad un prodotto che mi offre 12 ombretti al prezzo di 9.90 sinceramente lo concedo.

IMG_4498[1]

Kiko Long Lasting Stick Eyeshadow 06

Tornato dalla tomba dei prodotti non utilizzati. A quante di voi capita? Era in fondo in fondo, in un cassetto trascurato e mischiato con schifezze vecchie anni luce. Mi piace utilizzarlo quando sono di fretta e la fantasia non me la posso concedere. In realtà l’avevo ripescato perché il colore è a metà strada tra un marrone e un bronzo e avrei voluto utilizzarlo per il contest di Soffice Lavanda. Poi in verità la mia scelta è ricaduta su altro, proprio perché volevo riprodurre qualcosa che fosse fuori dalla mia confort zone. Mi piace che sia un ombretto a penna, comodo da portarsi dietro e di facile applicazione; riesco a creare degli smokey veloci e decenti. Per concludere ha un’ottima durata -con primer- requisito fondamentale perché non amo i ritocchi fuori casa e quando metto sugli occhi un prodotto voglio che mi duri almeno finchè non torno a casa.

Urban Decay Rockstar Pencil

Questa matita va a spasso con Vintage ogni giorno. Si prendono per mano e si coccolano. La amo. E’un prugna melanzana che dona molto di più ai miei occhi marroni rispetto ad altre tonalità. Di solito se esco velocemente per spesa o commissioni varie la stendo e sfumo “grossolanamente” e da sempre l’idea di un look sofisticato. Ottima qualità e durata anche come eyeliner, molto più di sua sorella Pervesion.

Catrice Eye Brow Stilist 030

Quando la mia amata Spiked mi ha abbandonata senza darmene preavviso ho passato giorni nell’indecisione se riacquistarla o magari aspettare. Purtroppo a volte bisogna sacrificare quel che ci serve con quello che vorremmo. Limitare le spese e cercare di terminare quello cha già abbiamo dovrebbe essere la regola. Così, ho deciso di riprendere questa matita catrice che avevo abbandonato. La consistenza è perfetta, né troppo dura né troppo morbida, scorrevole e di un bel marrone intenso che si adatta perfettamente al colore naturale delle mie sopracciglia. Da un’estremità ha anche un pettinino, utile se come me avete delle sopracciglia costantemente spettinate. Quando terminerà e credo che ne passerà di tempo, considerando che la tempero davvero poco, potrei rivalutare l’acquisto della mia adorata Spiked. Per ora mi accontento e gioisco per la mia opera di smaltimento prodotti.

MAC Cosmetics Blush Desert Rose

Non riesco davvero a farne a meno. E’ il primo blush che metto in valigia, che prendo quando sono di corsa, ma più di tutto quello che trovo estremamente versatile con ogni tipo di look. Conferisce agli zigomi un’aria naturale, un colorito sano e non finto. Devo ammettere che la durata non è eccelsa, inizia a salutarmi dopo una mezza mattinata –no, non mi tocco il viso, quindi non ditemi che la motivazione è questa-.

Neve Cosmetics Dessert à Lèvres Plum Cake Lipstick

Ho acquistato questo rossetto dopo aver letto innumerevoli recensioni e visto ancor più innumerevoli swatches. Ho deciso di prenderlo però solo dopo averlo provato. E’ un colore che poteva facilmente starmi male e non avrei voluto rischiare l’acquisto di un prodotto a scatola chiusa. Gioia è stata quando ho scoperto che mi stesse bene. Sulle mie labbra vira al rosso vino, direi quasi che mantiene il colore dello stick. Adoro i rossetti decisi, intesi, insomma quelli che hanno personalità. E Plum Cake ne ha di personalità.

Clinique Chubby Stick Intense Roomiest Rose

Dulcis in fundo il mio ultimo grande amore. Questo balsamo colorato mi ha piacevolmente sorpreso: unisce l’idratazione di un balsamo alla pigmentazione di un rossetto vero e proprio. La tenuta poi non ha nulla da invidiare ai rossetti veri e propri: riesce a reggere fino a pranzo per poi sbiadire uniformemente dopo. Il colore è fedele a quanto descritto, un rosa scuro tendente al rosso. Lo adoro.

Credo sia tutto. Sono felice di aver ripreso a scrivere e mi prometto di essere più costante.

Dimenticavo, ho cambiato il titolo a questi post, l’inglese mi piace di più e avevo voglia di cambiamenti!Spero possiate perdonarmi la pessima qualità delle foto.

Alla prossima!

My Top 5 Va Va Voom! Products #Dramatag

IMG_3033[1]

Va Va Voom e pronti partenza via! La donna, Drama&Makeup, oltre ad essere ormai un fenemeno nei TAG, ha anche una fantasia stratosferica. Diciamolo, questo tag andrebbe fatto per il semplice motivo di riciclare un titolo così originale. Ma da dove trae ispirazione?

Per chi fosse approdata solo ora in questi mari, Drama&Makeup ci ha preso gusto e dopo la prima puntata dei “My top 5 i’m in late” ha lanciato una nuova epidemia. Questa volta il top dei cinque prodotti chiama all’appello quelli che quando vogliamo apparire super faighe non abbandoniamo. Visto che lo precisano tutti, pure io faccio le giuste ed ormai ovvie osservazioni. Non parliamo di cinque prodotti da utilizzare necessariamente tutti nello stesso look, ma di quelli che, come dire, conferiscono originalità e tocco di classe. Quelli che “oh, you’re so wonderful!”; quelli che cammini per strada e anche se sei alta un metro e tanta voglia di crescere, ti fanno sentire una giraffa; quelli che ti guardi allo specchio e inizi a fare mille facce strane e buffe. Quelli che fanno la differenza, orsù ci siamo capite. I prodotti Va Va Voom, quelli proprio quelli.

Il post va calato nella giusta atmosfera e calura estiva, sole, mare e serate glamour. Mi sembra giusto che magari in inverno la scelta possa ricadere su altro o su diversi prodotti o con diverse texture o colori. Per iniziare il look da faighe, anche con 40° all’ombra, ad una base non potrei rinunciare. Uniformare l’incarnato e coprire eventuali rossori e brufoletti mi sembra il minimo e soprattutto mi fa sentire a mio agio. Il Naked Skin Urban Decay è il fondotinta del momento, l’avrò citato mille volte ormai, ma è pur vero che non amo utilizzare diversi prodotti contemporaneamente se ne devo finire di aperti, specie se si tratta di fondotinta, creme e correttori. Il Naked Skin è un fondotinta leggero e di coprenza modulabile, perfetto per le serate estive. E’ un prodotto di sicuro non adatto per la stagione più fredda, ma ora con abbronzatura fa il suo bel lavoro. Completando con la base -voglio sembrare una mi diva!- necessito di un tocco di colore e un blush in crema è il tocco che non può mancare, effetto bagnato che adoro. Il mio recente amore in tema di blush in crema è Dixie di Illamasqua, un corallo molto delicato. Lo applico con le stesse dita, ma se ho tempo/voglia, lo sfumo per bene con un pennello dedicato, tipo il Powder Brush Elf.

Giungiamo agli occhi. Se c’è un look che mi fa davvero sentire così faiga è lo smokey eyes. So che potrà sembrar banale, ma per me è l’emblema della femminilità. Che sia blu o borbogna o verdone, insomma di qualsiasi colore sia, adoro gli smokey. Un mio valido alleato per questo genere di look è la matita Pervesion di Urban Decay. Un bel nero che di più non si può. A dirla tutta, come matita per definire l’occhio o tracciarvi una linea di eyeliner non mi fa impazzire, è davvero tanto morbida che riuscire a fare una linea perfetta è un’impresa titanica -ciompe all’appello, fatevi avanti! Presente!- ma quantomeno è perfetta per lo scopo da me citato, lo smokey. La utilizzo di base per qualsiasi smokey di qualsiasi colore, la morbidezza fa si che l’operazione di sfumatura sia davvero un gioco da ragazzi, tipo che potrei prendermi un caffè nel mentre, giusto per rendere l’idea. Creati i miei occhi da femme fatale, il mascara completa l’opera e non può mancare. Effetto ciglia finte o voluminose o incurvanti, questo è proprio un mai senza. Per le serate in cui voglio sfoggiare un sensuale e ammiccante occhio stile Jessica Rabbit, mi affido al mio gioiello, Primer e Mascara Tarte. Il primer contiente delle fibre bianche che allungano le ciglia e il mascara le definisce. Di sicuro chi è di casa da queste parti avrà già avuto modo di  sentirne parlare. Per ottenere un effetto allungante io di solito faccio una prima passata di mascara, poi primer e poi ancora mascara. Vecchia storia anche questa, però. Spero vivamente che Sephora decida di fare approdare anche Tarte in Italia, sono triste sin da ora per quando verrà a mancare.

Ultimo prodotto dei Va Va Voom -mi piace assai il nome!-, potremmo mai sentirci faighe senza un rossetto? No, diciamolo in coro, no! D’estate adoro avere sulle labbra quell’effetto luccicante e con l’avvento delle tinte labbra il gioco è fatto. Quella che più amo indossare è la Super Stay Maybelline 180, è un rosso ciliegia, non secca le labbra e soprattutto resiste, eccome se resiste.

Ricapitoliamo: fondotinta, blush, matita per smokey, mascara e tinta labbra. E Va Va Voom sia!

Drama quale sarà la tua prossima mossa?

I miei amati: Giugno 2013

IMG_2746[1]

E’ giunto il momento di preferiti. Giugno ha portato tante novità alla mia make up collection (fa figo usare questi termini inglesi!). No, non c’è stato shopping compulsivo, semplicemente il mio compleanno e tanti regali. Ecco, per inciso, credo che da ora e per le successive festività spesso mi troverò con buoni e regali in profumeria, soprattutto da quando c’è il blog. Convinta, quasi certa.

Dunque, preferiti. Devo ammettere che il filo tra preferiti e prdotti che uso maggiormente, spesso per me vanno di pari passo. Per quanto possa convincermi a terminare prodotti più vecchi o che magari mi piacciono meno, tendo sempre ad utilizzare quelli che più preferisco. La situazione peggiora in casi come questi, in cui mi arrivano di fila prodotti nuovi e io non resisto, devo provarli tutti.

Il post vede vecchi prodotti preferiti che si ripresentano e novità.

Naked Skin Urban Decay

In questo periodo uso decisamente meno il fondotinta rispetto alla stagione invernale. Tra sole e caldo, preferisco far respirare la pelle, o almeno mi piace pensare che la mia pelle stia respirando. Specialmente con la pelle leggermente abbronzata non ha davvero senso. Ci sono però delle occasioni in cui devi essere un minimo più decente e, allora,  un fondotinta ti serve. Di questo prodotto ve ne avevo parlato il mese scorso nel post sui preferiti di maggio, perchè è già stato un preferito. Ribadiamo qualche concetto per i nuovi e i distratti: leggero, luminoso, resiste alla lucidità, ma è poco coprente. A mio parere, ottimo come fondotinta estivo, meno indicato magari nella stagione più fredda.

Blot Powder MAC Cosmetics

Nuovo arrivato che passa dritto dritto, sorpassando i suoi predecessori, nei preferiti. Da sempre ho utilizzato ciprie in polvere libera, però, diciamola tutta, per portarle in giro non sono proprio funzionali. Spesse volte ho sporcato borsa e dintorni (non parliamo poi dei disastri che cobino a casa con le polveri). Per cui, mi sono messa alla ricerca di una cipria compatta. Ho letto la recensione positiva di Shopping & Reviews e mi sono decisa a provarla. A questo punto, trullo di tamburi e standing ovation, grazie a lei ho trovato la mia cipria. Ok, non ha nulla di speciale, anticipo. E’ compatta (fondamentale per me in questo tratto di esistenza!), traslucida -infatti, non vedo il senso di produrla in quattro versioni visto che a conti fatti non colora-, si fonde bene con la pelle (grazie a Misato di A lost girl per aver corretto la mia idea, sbagliata, circa la trasparenza!) minimizza i pori e in più tiene a bada la lucidità tre/quattro ore con il caldo sulla mia pelle. Con il freddo sono sicura avrà più durata. Quando non metto il fondotinta la uso semplicemente come base per blush e/o illuminante. Due pollici in su!

Blush Passion Fruit Neve Cosmetics

Il mio blush dell’estate è lui. Ne avrò tanti di belli, ma non appena il sole penetra la pelle sfidando la mia crema con SFP, è l’unico che riesce a darmi un pò di armonia senza urtare il mio colorito abbronzato. Funziona quasi da bronzer, donando un effetto finale delicato. E’ un rosa/beige (monotono, ne sono consapevole) molto naturale, uno di quei prodotti che di sicuro in viaggio mi porterò insieme, perchè facilmente adattabile a tutto.

Crema Solare Viso alla Carota Oil Free Fitocose

E ‘ una crema solare, ma se avete letto il tag, la sto utilizzando tutti i giorni da quando l’ho acquistata. E’ la mia crema da giorno/mare/piscina in quanto ha un fattore fondamentale che spesso ho trascurato: la protezione. Ho imparato che il sole penetra la pelle anche quando aspetti l’autobus, vai a fare la spesa, stendi il bucato; poi l’età avanza e la pelle invecchia e il sole la uccide, la annienta. Questo è il primo anno (abbiate pietà di me), che utilizzo una crema viso con protezione e ne sono soddisfatta. Apporta la giusta idratazione e in più protegge. La utilizzo anche come base trucco ed è perfetta, basta non esagerare con la quantità.

Paint Pot Mooncake MAC Cosmetics

Questo prodotto non so come ci sia finito nel mio carrello MAC. Si avevo un buono da spendere, ma avete presente quando andate in un negozio e vi martellano così tanto su quanto sia bella una cosa e alla fine finite per convincervi anche voi?  Bene, mi prensento, sono Marica e sono una facilamente influenzabile. Ero partita con l’idea di acquistare la matita sopracciglia e sono finita con il portarmi a casa questo paint pot. Brava, sono proprio la stessa cosa. La MUA me l’ha proposto, perchè a detta sua sui miei occhi sarebbe stato perfetto, l’ho provato sulla mano e poi sugli occhi ed è stato amore. Insomma dai, di essere bello è bello. L’unica incertezza era dettata dal fatto che non ho letto pareri positivi su questi prodotti. Ho però sfidato la sorte e ho deciso che sarebbe venuto via con me. Il colore è un beige/pescato, con dei microglitterini all’interno, che comunque non se ne vanno a spasso sul viso; ha una durata pazzesca anche senza primer ed è facilemente gestibile e sfumabile. Perfetto da utilizzare da solo o come illuminante nell’angolo interno o come base per un trucco più costruito. Come prima esperienza con i paint pot, assolutamente soddisfatta.

Biomatita Caramello Neve Cosmetics, Pervesion Urban Decay, Smoky Eye Pencil Kiko 01 Foggy Wood

Ho pensato di riunire tutte le matite occhi insieme, pena un post lungo di blateramenti insignificanti. La matita occhi la utilizzo spesso per definire l’occhio o come eyeliner o nella rima interna, meno di frequente come base se non per trucchi molto neutri. Questo è stato il mese delle sperimentazioni, ho utilizzato queste matite spessissimo e per tutti gli usi: ho rivalutato la pervesion per gli smokey, è tanto morbida ma è di un nero che più nero non si può; la mia fedele foggy wood di kiko che ormai si sta consumando e il pastello caramello, che ho scoperto piacermi come illuminante occhi interno.

Mascara Tarte e Primer

Altro regalo della mia amica Valeria dall’America, mi vizia troppo. Questo mascara è wow! A partire dal packaging a finire a tutto il resto. E’ il mio prodotto da grande serata, perchè ho davvero tanta paura che finisca per sprecarlo e metterlo tutti i giorni. Il primer, costituito da fibre sottili bianche, le allunga, il mascara le definisce. Solitamente faccio una passata di mascara, una di primer e ancora una passata di mascara. Risultato meraviglioso, ma soprattutto naturale. Peccato davvero che la Tarte non sia venduta in Italia. Ma perchè, mi dico, noi arriviamo sempre dopo tutti? Ecco, voglio saperlo.

Impassioned MAC Cosmetics

Arriviamo alla parte più bella, i rossetti. Impassioned è uno di quei rossetti che non si può non avere in estate. Un fucsia con una punta di rosso che prende vita con il sole. Non so quante di voi riescano a dedicarsi al trucco con le alte temperature. Io no, almeno in estate e in vacanza soprattutto, preferisco rilassarmi, divertirmi e non passare ore allo specchio sciogliendomi come un ghiacciolo. Avere un rossetto “vivo” a portata di mano aiuta in questi casi: base veloce, occhi magari con eyliner e mascara e rossetto a dare una botta di vita. Impassioned è uno di quei rossetti che quanto lo indossi non passi di certo inosservata.

Tolede NARS Cosmetics

Qui è necessaria una parentesi. Vi ho già raccontato la mia passione smisurata per i blog, specialmente quelli altrui. No, non sono una curiosona. I blog altrui ci permettono di conoscere altre prospettive e magari illuminarci su cose su cui mai ci saremmo soffermati. Lì dove c’è il merito bisogna poi riconoscerlo. Perchè è vero e c’è poco da fare, c’è chi fa una cosa per professione e chi lo fa per passione. E si, non ditemi che queste due cose viaggiano di pari passo perchè io non ci credo e poche volte mi è capitato di ritrovarmi in situazioni in cui vedessi passione dietro una professione. Esercitare una professione con passione è un gran pregio, ma chi ha una passione senza movente vi assicuro che riesce a darvi un valore aggiunto. Soffice Lavanda è un blog che trasmette passione, non è una make up artist, ma una ragazza semplice e comune che ci mette l’anima in quello che scrive pur non essendo il suo lavoro. Ora, perchè l’ho citata. Scrive una bellissima rubrica sui rossetti “Memorie di una donna rossetto” (se non l’avete mai fatto, accorrete a leggere, ne vale la pena) e mi ha messo in fissa sulla ricerca del mio rossetto My Lips But Better (al link potete leggere l’articolo in questione), ovvero di quel rossetto che è più simile al nostro colore di labbra. Ebbene, ci sono riuscita, con fatica, dopo aver vagato tra stand, ci sono riuscita. Tolede sulle mie labbra è il colore perfetto per ogni tipo di occasione. Il mio MLLB. Da quando l’ho acquistato, credetemi, l’ho indossato quasi ogni mattina (si perchè poi la sera c’è Rebel!).  E’ un classico beige/rosato, ma lo stick non gli rende ragione, indossato è tutta un’altra storia e di sicuro meno banale di quanto possa sembrare. Grazie NARS e grazie per i suggerimenti a Soffice Lavanda.

Voi avete mai provato uno di questi prodotti?

I miei amati: Maggio 2013

IMG_2558[1]

In netto ritardo, ma ci siamo. Sono stata tentata dal saltare questo post visto che ormai metà mese è andato via, però era nelle bozze e allora dai, pubblichiamo. Maggio è passato e -ora posso dirlo con certezza visto che siamo a giugno inoltrato- con lui spero anche la pioggia, il freddo e il gelo. Non si tratta di essere metereopatici, ma svegliarsi e ritrovarsi il cielo grigio e realizzare di dover ripescare dagli scatoloni maglioni e piumini, non fa per niente bene alla salute. Tutto questo grigio e  nuvole hanno avuto influenza negativa sull’umore e conseguentemente su tutto il resto. Il mese per me è stato assai monotono. Poca voglia di truccarmi e di inventare e di sperimentare. Il maltempo mi annienta. Va bene d’inverno, ma a maggio no. Pertanto, questo post sarà assai noioso. Noiosissimo.

Ho strutturato il post in modo diverso, il blog è all’inizio e devo sperimentare. Non sono pazza per cui, semplicemente cerco di trovare il modo più congeniale a me pe scrivere e magari a voi seguaci per leggere.

Palette Tarte  Set “Carried Away”

La palette in questione fa parte dell’edizione natalizia Tarte, portata come gift americano dalla mia amica Valeria. All’interno del set, oltre alla confezione figa, vi erano dieci mini lucidi labbra, un mini mascara, un blush (che vedrete più sotto menzionato), una mini cipria e un pennello da blush. Diciamo che il vero tesoro è la tavolozza di ombretti. La devo ancora inquadrare e studiare, i colori sono suddivisi in quad di quattro per un totale di 24 ombretti; ogni quad è creato per dare l’idea di quale trucco poter costruire, però nulla vieta di mischiare i colori a proprio gusto.  La qualità è diversa da tono a tono, alcuni non si vedono sull’occhio se non dopo un paio di immersioni del pennello nella cialda, altri hanno una scrivenza maggiore. Sono tutti comunque un po’ polverosi. Devo ammettere che mi aspettavo qualcosa in più da questo brand, colori magari più originali e non già visti, anche virtù del fatto che era un set natalizio (nemmeno un rosso all’interno!). Il vantaggio sicuramente è che, essendo estremamente compatta la confezione, è una palette comoda da portarsi dietro, soprattutto in viaggio, visto che ha una gamma di toni abbastanza varia. E’ la palette che più ho usato per pigrizia e forse perchè volevo usarla una volta per tutte. [Se mai vorrete vi farò un post dettagliato sui prodotti del set]

IMG_2552[1]

Biomatita Avorio Neve Cosmetics

Il pastello avorio è stato uno dei primi acquisti Neve Cosmetics e se non credete che l’abbia usata così tanto basta guardare la foto, è proprio piccola, piccola così! Va bene, seri. L’ho acquistata per la rima interna e di per sè crea anche un effetto figo, ma non dura ed è la triste realtà. Questo è un po’ il problema di tutte le matite occhi per la rima interna, quindi mi aspettavo andasse così anche con questa. Fortunatamente ho trovato come sfruttarla al meglio. Il colore è un panna caldo e la utilizzo molto spesso – in questo periodo potrei dire sempre- come base per un trucco occhi veloce veloce: la stendo sulla palpebra mobile, la fisso con un ombretto panna/pesca e nella piega poi sfumo o un ombretto marrone o melanzana o che colore vi piace. Insomma, è il mio trucco fast per quando sono in ritardo la mattina o quando non ho voglia di perdere tempo (succede succede). Aggiungo, è quella tipologia di trucco che mi permette la sera di ritoccarlo leggermente e di crearne dal nulla uno figo.  Decisamente è stato il mio prodotto preferito fra tutti i preferiti del mese.

Smoky Eye Pencil Kiko 01 Foggy Wood (e.l. Lavish Oriental)

Scherzetto!Mi sono resa conto che manca nella foto, ma pazienza non mi va di rimandare ancora la pubblicazione. Non so quali siano i pregi di questa matita,  è un comune marrone che mi piace (bella scoperta!); la uso spesso per definire il trucco occhi, di giorno specialmente perchè preferisco una matita marrone a quella nera. Mi da l’idea di avere un occhio definito ma non cupo come magari può dare il nero. Mia opinione. E’ molto morbida, scrivente e tiene anche bene nella rima interna, sebbene contenga dei micro glitter dorati che potrebbero non essere amati. Da una estermità ha uno sfumino angolato, che ammetto di non aver usato spesso, però se magari la porti in borsa e vuoi un ritocco veloce fa sempre comodo.

Eye Brow Stilist 030 Catrice

Questa matita la uso da un paio di mesi, è stata davvero una piacevole scoperta. Il mio obiettivo era altro (l’eye brow in Spiked di Mac), ma la Mac più vicina non è proprio a portata di mano e così trovandomi dinanzi allo stand Catrice ho sentito il richiamo di volerla provare. Ha in un’estremità la matita e nell’altra uno spazzolino per pettinare le sopracciglia. A mio parere è davvero un prodotto valido: costo contenuto unito ad un’ottima resa e durata. Se non avete provato nulla di questo brand, pensateci.

Naked Skin Urban Decay

E ‘stato un periodo alquanto critico se parliamo di fondotinta. Ne ho esaurito uno che ben presto vi presenterò e che mi ha deluso. Ho acquistato Il Naked Skin approfittando di un 20% da Sephora, sebbene nei miei desideri vi fosse il fondo Boujorois. E’ un fondo che trovo perfetto per questa stagione, il caldo non è ancora esploso, ma con i primi tepori primaverili -ormai è estate, ok- mi viene la fissa che “devo far respirare la pelle”. Questo fondo è perfetto. Molto leggero, luminoso, quasi fresco. Si ha davvero la sensazione di non averlo, appunto “pelle nuda”. Lo applico con l’expert face brush Real Techinques, ma si potrebbe anche applicare con le dita (l’effetto con l’expert è comunque favoloso). Mi dura tranquillamente tutta la giornata, tenendo a bada discretamente la lucidità. Svantaggi. La coprenza non è il suo forte, maschera qualche piccolo brufoletto, ma non copre del tutto. Per me non è un problema, fortunatamente mi capita sporadicamente di avere brufoletti e piuttosto che rendermi il viso di cera preferisco pure che si intraveda. Saremo pure umani da poterci concedere un brufolo al mese, no? Se ricomprarlo o no non saprei, per ora mi piace, con il caldo vedremo come reagisce e in ogni caso non lo vedo perfetto in inverno.

Blush Adventurous set Tarte “Carried Away”

Il blush adventurous era incluso nel set natalizio di cui sopra vi ho parlato. E’ un pesca leggermente rosato, all’interno della confezione sembra avere dei glitter che in realtà sono invisibili sulla pelle. E’ uno di quei blush costruibili, molto delicato, direi raffinato. Dona la classica sensazione di zigomi in salute ed è possibile abbinarlo quasi con tutto. Pollice in su!

Lip Butter Menthe Yes To Carrots

Sono pigra al punto tale che odio mettere il burrocacao Non chiedetemi come dove perchè questo mese è stato diverso. Credo che sia stata una fissa o il sapore di menta che ha, è un prodotto che ho rivalutato e non lo mollo. Non ha colore ma lascia sulle labbra un senso di freschezza e una leggera patina lucida che mi piace.

Smart Lipstick 923 Kiko

Il 923 di Kiko è un viola/lilla molto tenue. Dona effetto lucido alla labbra e trovo sia anche abbastanza idratante. La durata pecca e parecchio. In ogni caso è uno di quei rossetti che si può facilmente applicare in macchina/ascensore/specchiettoinautobus. Non so se sia la mia propensione per il viola a farmelo amare o altro, ma non so come questo rossetto riesco ad abbinarlo davvero con tutto. E poi d’estate da un tocco di vita, no?

Direi che è tutto. Prometto che con i preferiti di giugno sarò puntuale!

Marica.