Lipstiks in my bag: sos kit

Ho pensato di scrivere questo post quando qualche giorno fa frugando in borsa mi sono resa conto di essermi portata dietro quattro rossetti. C’è chi si porta dietro il rossetto del giorno e chi arriva a portarsene dietro anche quattro. E che male c’è.

Solitamente la mattina esco di casa prestissimo, mi trucco in 5 minuti contati, soprattutto ora che preferisco restare un paio di minuti sotto il caldo piumone piuttosto che spenderli in riflessioni su cosa abbinare/sfumare/applicare. Prendo al volo i miei prodotti fidati e ormai testati per trucchi “ready to go” e via, spalmo tutto in faccia cercando di essere il più veloce possibile. Mai senza base, questo è un punto certo. Per gli occhi vado di ombretto in crema e matita sfumata. Per le labbra, è un dilemma. Un rossetto ben scelto e abbinato conferisce davvero un’altra impronta ad un look che senza potrebbe sembrare anonimo. All’inizio, quando ancora l’ottimizzazione non era il mio forte, perdevo un sacco di tempo nel contemplare e decidere che rossetto indossare finchè ho deciso di mettere in azione un piano “B”. Un piano per così dire che mi consenta di  sentirmi a posto. Esco di casa senza rossetto, al massimo con un velo di burrocacao, e in macchina o in autobus o ancora direttamente in ufficio tiro fuori la mia pochette e specchio per applicare il rossetto. Fino a questo punto nulla di nuovo, scommetto che non sono l’unica. Ok, ma ritorniamo al punto precedente. Ottimizzazione. Ditemi che non sono l’unica indecisa che si incanta ogni volta nel pensare a che rossetto indossare. Uno facile da applicare e a prova di sbavature, che si abbini facilmente a tutto e che possa essere davvero essere indossato senza prestare troppa attenzione. Checklist fatta direi.  E se poi dovessi avere una cena? un aperitivo? o semplicemente sei una persona che va facilmente in noia ad indossare gli stessi prodotti, noia che subentra anche dopo un paio di ore?

E da qui vien fuori la mia idea: quattro rossetti, quattro colori diversi, ma tutti facili da applicare e adattabili a qualsiasi look e circostanza. Un modo per non essere mai impreparate anche dopo aver affrontato una giornata intensa fuori casa che si protrae per la serata. Ho tirato fuori tutti i miei rossetti, li ho divisi per colore e poi ne ho scelto ciascuno per ogni categoria che a mio parere racchiudesse un concetto fondamentale: praticità. Alla fine ho creato un kit, un kit di rossetti salva faccia, ecco, suddivisi in quattro categorie.

IMG_6844[1]

 // IL NUDE. Tolede, Nars. E’ stato il primo a finire in borsa. Un rossetto confortevole, veloce da applicare e facilmente adattabile a tutto. E’ uno di quei rossetti discreti, da indossare anche in quelle occasioni in cui non vogliamo essere al centro dell’attenzione indossando magari un tono più deciso. Per intenderci un my lips but better.

 // IL SOBRIO. Twig, MAC. Un rosa con all’interno una punta di marrone, un tono un più scuro di un my lips but butter. Twig è uno di quei rossetti che ognuna a mio parere dovrebbe avere nel proprio stash, penso davvero che possa adattarsi facilmente a una buona parte di persone. Ha una pigmentazione ottima e una durata eccellente. Un rossetto che c’è e si vede, ma resta sempre elegante.

 // IL FRESCO. Roomiest Rose, Clinique. Tra tutti i suoi fratelli è quello che ha forse avuto meno successo. Eppure è di un colore molto gradevole, un rosa non banale che ho amato sin da subito. Anche lui vanta facilità di stesura e praticità. Indossare Roomiest Rose è quasi come dare una sferzata di freschezza al look.

// IL FIGO. Standout, Revlon. Un rosso. Non può mancare un rosso nel kit sos “ho bisogno di un rossetto che mi faccia sentire figa”. Ho scelto Standout proprio per il suo packaging: pur essendo il rosso un tono che di solito ha bisogno di tutte le accortezze per essere applicato, il gioco in questo caso ne è di gran lunga semplificato (testato in bagno ufficio). E poi è un rosso freddo ed è stratosferico in termini di qualità e durata.

Loro sono i miei rossetti fidati, i primi a finire anche in valigia. Posso svegliarmi e decidere che indosserò un rossetto in particolare, magari un nuovo arrivato. In generale, però, porto sempre con me quattro rossetti, di quattro colori diversi e so di essere a posto con tutti i se e i ma che la giornata mi regalerà.

E voi, se doveste portarvi dietro quattro rossetti quali scegliereste? O credete che ne basti uno e che io sia semplicemente pazza?

Annunci

9 comments

  1. Io a stento ricordo di portarmi il rossetto che indosso XD
    Anche perché in genere non abbisogno di ritocchi, per fortuna mi dura tutto sulle labbra (sulla faccia invece no -_-).
    Però quando faccio viaggi brevi non manca mai un MLBB, un rosso e un magenta ;)

    1. Ecco sapevo che mi sarei sentita pazza :-) A mia “giustificazione” posso dire che stando sempre fuori casa, un minimo di organizzazione mi aiuta. In quanto a durata non posso lamentarmi, è anche vero che però dalla mattina alle 7 alla sera, dopo aver bevuto, mangiato, parlato a dismisura insomma anche il rossetto più performante finisce per sbiadire.

  2. ne basta uno XD
    se scegli gli abbinamenti la sera prima hai tutto il tempo per farti pippe mentali e ne guadagni il vantaggio di far ruotare lo stash XD

    io comunque quando sono in trasferta ho adottato da tempo il metodo del “un colore per famiglia + Rebel [egli c’è sempre]” e poi massimo il numero di rossetti dei giorni di permanenza fuori, così evito di andare via una settimana e volermi portare 30 rossetti XD

    1. Direi che hai centrato: mi faccio troppe pippe mentali XD
      Anche se ti dirò con il tempo mi sono così abituata a questo metodo che ormai il mio cervello va in automatico, a periodi alterni ruoto i prescelti, cercando di mantenere una tipologia di colore per famiglia.

  3. L’idea dei rossetti “salva-faccia” è geniale! Fino a prima dell’inizio dell’università mi ritrovavo a pensare “ma come fa certa gente a portarsi dietro mezza casa in borsetta, il rossetto della giornata non basta?”. Poi ho iniziato il periodo universitario, quel periodo in cui esci da casa alle 6.30 e torni alle cinque del pomeriggio. Allora ho capito. Ho espresso miliardi di scuse già solamente il secondo giorno quando, già distrutta, mi sono trovata il beauty con tre rossetti, due blush e tre matite ahah

    Tra l’altro amo le tue scelte e sono taaanto curiosa di provare Tolede di Nars!

  4. Carinissima l’idea del kit :) io pure mi porto dietro diversi rossetti e trovo sia comodo poter switchare in base all’occasione.
    Ci metti gli swatch dei rossetti? sono curiosissima…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...